Ucraina Russia, news di oggi sulla guerra | Truppe russe nel centro di Mariupol. Xi a Biden: «Guerra non è nostro interesse»

di Lorenzo Cremonesi, Andrea Nicastro, Marta Serafini, Irene Soave, Paolo Foschi e Redazione Online

Le notizie minuto per minuto sulla guerra di venerd 18 marzo: Putin parla alla nazione: Operazione per fermare il genocidio dei russi. Telefonata Biden-Xi: Il conflitto non interesse di nessuno

Il ventitreesimo giorno di guerra si aperto con le sirene antiaereo in azione in numerose citt dell’Ucraina. A Kiev la situazione sempre pi drammatica, ma gli ucraini non si arrendono . A Mariupol ancora incerto il bilancio del bombardamento russo sul Teatro filodrammatico usato dai civili come rifugio e i separatisti del Donbass stanno combattendo in centro contro i militari ucraini.
• Putin ha parlato alla nazione dallostadio Luzniki di Mosca
, nell’ottavo anniversario dell’annessione della Crimea: La nostra operazione — ha detto — stata messa in campo per fermare il genocidio dei russi
• durata poco meno di due ore la tanto attesa telefonata tra il presidente americano Joe Biden e il capo di stato cinese Xi Jinping: Il conflitto non nell’interesse di nessuno.

Ore 19.35 – Sindaco Mariupol conferma, truppe russe in centro citt

Le truppe russe hanno raggiunto il centro della citt portuale ucraina di Mariupol. Lo ha detto il sindaco Vadym Boichenko alla Bbc, confermando quanto annunciato in precedenza dai militari di Mosca. I russi sono stati molto attivi oggi – ha dichiarato – La battaglia con i tank e le mitragliatrici continua Non stato risparmiato il centro della citt. Non c’ neanche un pezzetto di terra cittadina che non abbia segni della guerra. Boichenko ha aggiunto che la popolazione si rifugiata nei bunker per sfuggire alla battaglia.

Ore 19.11 – Michel, creare un Fondo di solidariet per Kiev

Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha annunciato il sostegno per la creazione di un Fondo di Solidariet per l’Ucraina per contribuire a fornire servizi di base e soddisfare i bisogni immediati dei cittadini. Lo ha scitto in un tweet dopo una telefonata con il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky. Il Fondo (Usf) darebbe liquidit per un sostegno continuo alle autorit e, a lungo termine, funger da spina dorsale per la ricostruzione di un’Ucraina libera e democratica una volta cessate le ostilit. I partner potrebbero contribuire all’Usf attraverso una conferenza internazionale di donatori, ha aggiunto. Michel ha inoltre esortato a costruire un’ampia coalizione anti-guerra.

Ore 18.35 – Parti pi vicine? Kiev gela le aspettative

La speranza di riavvicinamento tra le parte, manifestate meno di un’ora fa dai russi, sono state gelate dalla controparte ucraina. Per quanto riguarda lo stato dei negoziati, le dichiarazioni della parte russa sono solo loro richieste. Lo afferma, in un post sul suo canale Telegram Mykhailo Podolyak, capo negoziatore dell’Ucraina e consigliere del presidente Zelensky. La nostra posizione rimane invariata -aggiunge- cessate il fuoco, ritiro completo delle truppe e severe garanzie di sicurezza con formule ben specifiche.

Ore 18.25 – I russi si sparano nelle gambe per non partire

Il morale fra i soldati russi in Ucraina sarebbe in generale cos basso che molti di loro si sparano alle gambe, utilizzando munizioni ucraine, pur di non dover combattere, e i casi di questo tipo potrebbero essere fino a 14.000, secondo quanto riporta il media d’opposizione bielorusso (che trasmette dell’estero) Nexta, che avrebbe intercettato alcune conversazioni. Ci hanno sparato contro per 14 giorni. Abbiamo paura. Stiamo rubando il cibo, facendo irruzione nelle case. Stiamo uccidendo i civili dicono in una conversazione intercettata.

Ore 18. 15 – Putin a Macron: Da Kiev crimini di guerra

Nuova telefonata tra Vladimir Putin e Emmanuel Macron. Il presidente russo ha usato nuovamente toni durissimi e per nulla concilianti, affermando ancora che Le truppe e i nazionalisti ucraini sono responsabili di crimini di guerra. Nel colloquio telefonico il presidente francese ha espresso invece la sua estrema preoccupazione per la situazione a Mariupol. Lo riferisce l’Eliseo.

Ore 18.10 – Xi preme per una soluzione politica

La Cina chiede agli Stati Uniti l’impegno per la pace e una soluzione politica della crisi in Ucraina. Pi complicata la situazione, maggiore la necessit di rimanere calmi e razionali, ha affermato Xi, citato dall’agenzia Xinhua, durante il colloquio in videoconferenza con il presidente Usa, Joe Biden. Dobbiamo mostrare coraggio politico in ogni circostanza, creare spazio per la pace e lasciare spazio a una soluzione politica.

Ore 18 – Medinsky insiste sulla denazificazione

La denazificazioneresta una delle condizione indispensabili a un accordo di pace, secondo il capo delegazione russo Vladimir Medinsky. Lo ha chiarito all’agenzia Novosti . “Penso che torneremo ancora e ancora su questo problema, e questo problema molto importante per tutti coloro che considerano i risultati della seconda guerra mondiale come la base dell’ordine mondiale moderno”, ha affermato. Medinsky si riferisce in particolare alle presenza di formazioni militari con simboli che si richiamano al nazismo.

Ore 17.45 – La Polonia raddoppia le forze armate

Il presidente polacco Andrzej Duda ha firmato la legge sulla difesa della patria che prevede di raddoppiare il numero delle forze armate del Paese a 300.000 e di aumentare la spesa per la difesa al 3% del Pil nel 2023. Lo riporta Ukrinform. Jaroslav Kaczynski, vice primo ministro per gli Affari della Sicurezza e leader del Partito per la legge e la giustizia (PiS) ha affermato che la legge ha creato le basi per costruire un esercito polacco in grado di respingere aggressioni.

Ore 17.20 – Zelensky: Centinaia sotto le macerie a Mariupol

Centinaia di persone sono ancora sotto le macerie del teatro di Mariupol. Lo ha denunciato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, nel suo ultimo video messaggio, in cui promette che i russi pagheranno per migliaia di cuori il cui battito stato fermato da questa guerra. Zelensky ha accusato le forze russe di fare di tutto per evitare che gli aiuti umanitari entrino nella citt assediata di Mariupol. Nonostante i bombardamenti, nonostante tutte le difficolt, continueremo le operazioni di soccorso, ha garantito il presidente.

Ore 17.15 – Missili su Mykolaiv, Ci sono 45 morti

Decine di morti, almeno 45, sono stati segnalati a causa di un attacco missilistico contro alcune caserme dell’esercito ucraino nella citt meridionale di Mykolaiv. Lo riferisce la Bbc, aggiungendo che i soccorsi sono sul posto. Le caserme venivano utilizzate per addestrare i soldati locali nella citt che ha frenato un’importante offensiva russa lungo la costa del Mar Nero, ha riferito un inviato dell’emittente britannica. E Mykolaiv ha vissuto settimane di intensi bombardamenti, dopo che le truppe russe sono state respinte dalla citt, ha aggiunto.

Ore 16.50 – Su neutralit Kiev posizioni vicine

Sulla neutralit di Kiev le parti sono vicine ha detto Vladimir Medinsky, il mediatore russo alle trattative che vanno avanti ininterrottamente da giorni. Da tempo la delegazione ucraina aveva fatto capire di non avere una posizione intransigente a proposito del loro ingresso nella Nato. Medinsky ha detto che riguardo la smilitarizzazione dell’Ucraina siamo a met strada. Sul Donbass, invece la posizione di Mosca resta la stessa: on torniamo indietro,

Ore 16.42 – Di Maio, servono cessate il fuoco locali
Se vogliamo aspettare la fine del conflitto, credo che ci vorr troppo tempo. Come Ue e Onu al momento possiamo lavorare soltanto per un cessate il fuoco, anche locali, per evacuare i civili. Lo ha affermato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ai microfoni di SkyTg24.

Ore 16.40 – Nuovo arresto tra i generali di Putin
Il vice comandante della Guardia nazionale in Russia (Rosgvardia), il generale Roman Gavrilov, sarebbe stato arrestato dall’Fsb, rende noto Christo Grozev, direttore esecutivo del sito di giornalismo investigativo Bellingcat, citando tre diverse fonti. Gavrilov in precedenza aveva lavorato per il Servizio di protezione del Presidente (Fso), come Viktor Zolotov, il numero uno di Rosfvardia, corpo creato nel 2016 che risponde al Presidente e che nell’operazione speciale in Ucraina avrebbe subito ingenti perdite. Una delle fonti spiega che ad arrestare Gavrilov stato il dipartimento di controspionaggio dell’Fsb a causa della fuga di informazioni militari che hanno portato alla perdita di vite umane. Per le altre due, l’arresto avvenuto a causa dello spreco di carburante. La scorsa settimana era stata diffusa la notizia dell’arresto anche del generale Sergei Beseda a capo del direttorato dell’Fsb per l’intelligence estera e del suo vice, Anatoly Bolukh, a opera dell’Fso.

Ore 16.21 – Mosca si prepara a una possibile amnistia: liberati detenuti disposti ad andare al fronte
A Mosca si starebbe preparando una amnistia – probabilmente per il 9 maggio, festa della vittoria nella Seconda guerra mondiale – con un duplice obiettivo: liberare carceri e colonie penali il pi rapidamente possibile per accogliere nuovi gruppi di detenuti, che includerebbero tutti i cittadini contrari alla guerra in Ucraina, e rilasciare prigionieri disposti ad andare al fronte a integrare le truppe inviate da Mosca. lo scenario che emerge da una lettera di una fonte interna ai servizi di sicurezza inviata all’attivista Vladimir Osechkin, che l’ha pubblicata sul sito Gulagu.net. Nel documento si riferisce che ai responsabili delle indagini di diversi servizi di sicurezza sarebbe stato dato un tacito ordine di portare i casi in tribunale il prima possibile oppure di “farli cadere” perch ad aprile saranno tutti letteralmente sommersi da procedimenti penali contro i cosiddetti “traditori di stato”, colpiti da arresti e perquisizioni che sono effettuati in tutto il Paese.

Ore 16.19 – Russia, Youtube potrebbe essere bloccato per una settimana
Youtube potrebbe essere bloccato fino alla fine della prossima settimana a partire, forse, da oggi. Lo riferisce una fonte all’agenzia russa Ria Novosti.

Ore 16.15 – Giornalista scomparsa a Kherson: in mano ai russi
La giornalista ucraina Victoria Roshchina di Hromadske scomparsa a Kherson e sarebbe prigioniera dell’esercito russo. Lo riferisce Hromadske.ua, il quotidiano online per cui la reporter lavora. Victoria l’11 marzo scorso era partita in viaggio da Energodar verso Mariupol. La connessione era scarsa e non siamo riusciti a parlarle. Sappiamo da alcun testimoni che il 12 marzo si trovava a Berdyansk occupata. E il 16 marzo abbiamo saputo che era stata trattenuta, probabilmente dal 15, dai servizi di sicurezza russi. Ignoriamo dove sia ora.

Per due giorni abbiamo fatto ricerche senza pubblicizzare l’accaduto — conclude la testata —, ma adesso chiediamo all’associazione giornalistica ucraina e internazionale di fare di tutto per liberarla.

Ore 16.08 – Media ucraini, ucciso un altro importante comandante russo Un altro comandante russo, il colonnello Sergey Sukharev, stato ucciso nella guerra in Ucraina: guidava il 331/mo reggimento aviotrasportato ed era diventato famoso nel 2014 per il massacro vicino a Ilowajsko, dove le truppe russe affrontarono sanguinosamente gli ucraini. Lo riporta il Kyiv Post parlando di un duro colpo per il morale dell’esercito russo. Confermato: Sukharev stato ucciso durante i combattimenti, stato eliminato in Ucraina. Era direttamente responsabile del massacro di Ilovaisk del 2014, riporta il media ucraino pubblicando una foto del comandante russo.

Ore 16.07 – Zelensky parler al Parlamento giapponese mercoled
Il presidente ucraino Zelensky interverr in video-conferenza alla Dieta nazionale, il Parlamento giapponese, la prossima settimana. Lo ha riferito l’agenzia di stampa Kyodo, citando fonti del Partito Liberal Democratico. Il discorso in programma mercoled alle 18 ora locale (le 10 in Italia) e dovrebbe durare una decina di minuti.

Ore 16.04 – Finita telefonata Biden-Xi: durata quasi due ore
durata quasi due ore la telefonata tra Joe Biden e il presidente cinese Xi Jinping, secondo fonti della Casa Bianca. Esattamente un’ora e 50 minuti. Anche il network statale cinese Cctv, riporta che il colloquio iniziato alle 21 locali (14 in Italia) ed finito alle 22.52.

Ore 15.42 – Zelensky alla Knesset anche su schermo in piazza. Intervento atteso per domenica alle 18 (ora locale)
Il discorso di Volodymyr Zelensky alla Knesset di domenica prossima alle 18 (ora locale) sar diffuso anche su un mega schermo a Tel Aviv. Lo ha fatto sapere il sindaco Ron Huldai in risposta ad una richiesta avanzata dall’ambasciatore ucraino Yevgen Korniychuk e dall’associazione in Israele Amici dell’Ucraina. Intanto proseguono i preparativi alla Knesset per il discorso che il presidente Zelensky pronuncer ai deputati e ministri israeliani collegati da remoto. All’evento dovrebbe prendere parte – secondo i media – anche il premier Naftali Bennett.

Ore 15.25 – Onu, 816 i civili uccisi
Sono almeno 816 i civili uccisi in Ucraina dall’inizio della guerra russa il 24 febbraio scorso. Lo ha reso noto l’Ufficio delle Nazioni Unite per i diritti umani.

Ore 15.16 – Xi a Biden: Relazioni non possono arrivare a punto di scontro
Un conflitto non nell’interesse di nessuno. Lo ha detto il presidente cinese Xi Jinping al presidente americano Joe Biden durante la loro conversazione telefonica di oggi.

Le relazioni tra Cina e Usa non possono arrivare alla fase dello scontro, che non nell’interesse di nessuno. Lo ha dichiarato il presidente cinese, Xi Jinping, nel corso del colloquio in videoconferenza con l’omologo Usa, Joe Biden, in riferimento alla crisi in Ucraina. La crisi ucraina qualcosa che non vogliamo vedere, ha detto Xi, citato dal Quotidiano del Popolo, organo di stampa del Partito Comunista Cinese. Gli eventi mostrano ancora una volta che le relazioni tra Stati non possono arrivare al punto di scontro. Conflitto e confronto non sono nell’interesse di nessuno, ha scandito il presidente cinese, aggiungendo che la pace e la sicurezza sono i tesori pi preziosi della comunit internazionale.

Ore 14.47 – Nuovo coprifuoco stanotte a Kiev
Kiev si avvia a un’altra notte di coprifuoco. Lo riporta il Kyiv Independent citando l’amministrazione regionale della capitale. Il nuovo coprifuoco scatter alle 20 di questa sera e rester in vigore fino alle 7 di domani mattina. La difesa della regione continua. Vi chiediamo di accettare il coprifuoco con comprensione. Tali misure sono obbligatorie e mirano alla sicurezza dei residenti, si legge in una nota.

Ore 14.44 – Telefonata Zelensky-Johnson: Armi Gb in arrivo
Nuova conversazione fra il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e il premier britannico Boris Johnson nel quadro di una linea diretta telefonica pressoch quotidiana fra i due dall’inizio dell’invasione russa. I due leader si sono sentiti in mattinata, ha riferito Downing Street, per fare il punto della situazione bellica, ma anche dei negoziati in corso tra Kiev e Mosca. BoJo ha reiterato il pieno sostegno del Regno Unito all’Ucraina, ha precisato un portavoce, e ha aggiornato l’interlocutore sull’ulteriore aiuto letale britannico in arrivo in termini di armamenti definiti ripetutamente da Londra difensivi.

Ore 14.39 – Zelensky: Nessun dubbio che diventeremo membro Ue
Attaccando l’Ucraina gli occupanti continuano a bruciare tutto ci che hanno costruito negli ultimi 25 anni e torneranno da dove hanno iniziato nei non tranquilli anni ‘90, ora per senza la libert, senza la volont creativa di milioni di cittadini di lavorare per lo sviluppo del proprio Paese. Cos il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nell’ultimo video pubblicato sui suoi social. Questo sar il prezzo russo per la guerra contro l’Ucraina. Questo sar per loro un crollo. E anche per il popolo, nonostante l’oppio dei media televisivi propagandistici, ha aggiunto. Non ho dubbi che diventeremo un membro a pieno titolo dell’Unione europea. E ogni politico ucraino oggi lavora per raggiungere questo obbiettivo.

Ore 14.22 – Il discorso di Putin: Operazione speciale per fermare genocidio nel Donbass
Uno stadio stracolmo e festante ha accolto a Mosca il presidente russo Vladimir Putin che ha festeggiato, in presenza, l’ottavo anniversario dell’annessione della Crimea (esponendo simboli come la Z, con i colori del nastro di San Giorgio). Lo stadio Luzhniki pieno, dentro e fuori, di persone e bandiere nazionali (qui gli artisti che hanno partecipato all’evento). Sono gli abitanti della Crimea che hanno fatto la scelta giusta, hanno messo un ostacolo al nazionalismo e al nazismo, che continua ad esserci nel Donbass, con operazioni punitive di quella popolazione, ha detto, prima che il suo discorso fosse interrotto dalla tv russa. Sono stati vittime di attacchi aerei ed questo che noi chiamiamo genocidio. Evitarlo l’obiettivo della nostra operazione militare in Ucraina, ha detto Putin nel suo intervento, concluso con una citazione della Bibbia: Non c’ amore pi grande che donare l’anima per gli amici. Il presidente ha lodato l’eroismo dei militari russi impegnati nell’operazione speciale in Ucraina sottolineando che da tempo non eravamo cos uniti (qui il video).

Ore 14.20 – Kiev: Russi sparano su ospedale in regione Luhansk
A Lysychansk, nella regione di Luhansk, i russi hanno aperto il fuoco contro un ospedale. A denunciarlo – secondo quanto riporta l’agenzia Ukrinform – il capo dell’amministrazione militare regionale di Luhansk, Serhiy Haidai. In totale, hanno sparato dieci proiettili. L’ospedale e gli edifici residenziali vicini sono rimasti senza finestre. Nella struttura stanno lavorando i soccorsi, ha spiegato.

Ore 14.11 – Fonti Usa: iniziata telefonata Biden-Xi
iniziata la telefonata tra Joe Biden e il presidente cinese Xi Jinping per discutere dell’invasione russa dell’Ucraina. Lo riferiscono fonti della Casa Bianca. il primo colloquio tra i due leader dopo l’inizio della guerra.

Ore 14.08 – Media russi: Aeroporto Mariupol sotto controllo dei separatisti di Donetsk

Ore 14.03 – Kiev a Israele: I nazisti russi distruggono le sinagoghe
I nazisti russi continuano a distruggere deliberatamente sinagoghe e centri di cultura ebraica in tutta l’Ucraina: lo ha affermato oggi, su Facebook, l’ambasciata ucraina in Israele, accompagnando il testo con alcune fotografie. Tre immagini riguardano la sinagoga del movimento Chabad a Kharkiv, che stata colpita da un razzo. Una fa riferimento a un attacco russo di alcune settimane fa a Kiev in cui fu colpito un settore del memoriale di Babi Yar, che ricorda i 30mila ebrei trucidati dai nazisti durante la Seconda Guerra mondiale. Altre due fotografie mostrano i danni riportati da locali chiusi, possibilmente centri culturali ebraici.

Ore 14 – Morto sotto bombe primo ballerino dell’Opera
morto a Kiev il primo ballerino dell’Opera Nazionale dell’Ucraina, Artem Datsishin. Era ricoverato in ospedale dopo essere stato ferito nei giorni scorsi da bombardamenti russi. stato ucciso il nostro collega, grande artista, solista di lunga data e uomo meraviglioso, ha annunciato su Facebook il direttore dell’Opera Nazionale ucraina, Anatoly Solovyanenko.

Ore 13.56 – Sindaco Leopoli: Putin come Hitler
Siamo anche noi sotto attacco, ma siamo preparati, abbiamo un sistema di risposta rapido e una contraerea. Lo ha affermato il sindaco di Leopoli, Andriy Sadovyi, in un punto stampa sull’attacco missilistico che questa mattina ha colpito una fabbrica per la riparazione degli aerei. L’attivit era ferma dall’inizio della guerra. Mi chiedete perch allora la Russia l’ha colpita? E allora perch ha colpito il teatro di Mariupol, perch colpisce i civili? Perch come Hitler, ha proseguito Sadovyi facendo appello affinch l’Occidente fornisca l’Ucraina di un sistema di abbattimento dei missili come quella israeliano.

Ore 13.36 — Biden a Xi: Convinci Putin a fermare la guerra
Nel corso della telefonata di oggi, Joe Biden chieder a Xi Jinping di usare la sua influenza con il presidente russo Vladimir Putin affinch Mosca metta fine a questa orribile guerra. Lo riferisce Bloomberg citando le parole del vice segretario di Stato Usa Wendy Sherman alla Msnbc. Washington, ha proseguito Sherman, auspicano che la Cina scelga il lato giusto della Storia.

Ore 13.30 — In corso a Mosca celebrazioni per gli 8 anni dall’annessione della Crimea

Allo stadio Luzhniki, a Mosca, spalti affollati per celebrare l’annessione della Crimea, nel 2014, di cui ricorre l’anniversario. Atteso da l l’intervento del presidente Putin, che rivolger un nuovo discorso alla nazione. La folla sarebbe stata attirata da viaggi in pullman, crediti formativi per gli studenti, e le istruzioni divulgate dalle autorit sarebbero di partecipare portando bandiere tricolori e scritte “Z”. L’evento trasmesso in diretta tv intitolato, non casualmente, Za mir bez nazisma! Za Rossiyu! Za Prezidenta! (Per un mondo senza nazismo! Per la Russia! Per il presidente!).

Ore 13.15 – Kiev: Ci sono 1.300 persone nello scantinato del teatro di Mariupol

Ci sono ancora pi di 1.300 persone negli scantinati del teatro Mariupol: lo ha reso noto Lyudmila Denisova, commissario per i diritti umani in Ucraina. Finora sono state salvate 130 persone dalle macerie del teatro, che pur essendo stato adibito a rifugio antiaereo, e ospitando chiaramente centinaia di donne e bambini, stato colpito dall’attacco aereo russo di mercoled scorso. Il rifugio sarebbe rimasto intatto, ma in queste ore i soccorsi vanno avanti.

Ore 13 — Putin parla alla nazione

Atteso a minuti l’inizio di un nuovo discorso alla nazione del presidente russo Vladimir Putin.

Ore 12.40 —La Polonia proporr alla Nato una missione di peacekeeping

La Polonia presenter la proposta di una missione di peacekeeping e umanitaria per l’Ucraina al prossimo vertice della Nato il 24 marzo. Lo ha annunciato oggi il premier polacco, Mateusz Morawiecki.

Ore 12.30 — Il Cremlino: Il colloquio con Scholz non stato amichevole

A margine del colloquio telefonico di stamani tra Putin e Scholz, difficilmente si pu definire amichevole. Cos il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov. La conversazione stata piuttosto complicata ma comunque professionale. Tuttavia, ha concluso, c’ ancora bisogno di tali contatti, per lo scambio d’informazioni e la discussione di argomenti delicati relativi all’operazione speciale.

Ore 12.15 — Von der Leyen a Zelensky: percorso Ue iniziato per l’Ucraina

Ho assicurato al presidente Zelensky il sostegno incessante dell’Ue. Il percorso europeo dell’Ucraina ora iniziato. Tempi come questi richiedono la visione, la fermezza e la resistenza per fare un passo difficile dopo l’altro. La Commissione continuer su questo percorso. Lo scrive in un tweet la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, dopo un colloquio telefonico con il presidente ucraino.

Ore 11.50 — Leopoli, protesta dei passeggini: 109 come i bambini uccisi

Centonove passeggini vuoti distribuiti su sei file per dire basta all’uccisione di bambini. Nella centrale piazza del mercato, a Leopoli, gli ucraini hanno inscenato questa silenziosa protesta per denunciare le bombe sui civili da parte dell’esercito russo. Finora, secondo la Procura Generale ucraina sono stati 109 i bambini uccisi dalle bombe russe, pi di 130 quelli feriti.

Ore 11.30 — Gentiloni: aiuti di Stato per le imprese colpite dalla crisi ucraina

La Commissione europea pubblicher la prossima settimana uno nuovo schema di deroga agli aiuti di Stato che, come nel caso della pandemia, consentir di sostenere con la finanza pubblica le imprese pi esposte, perch hanno attivit molto collegate alla Russia o all’Ucraina, o perch sono imprese energivore. Lo ha dichiarato il commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni, in audizione alle commissioni riunite Bilancio e Politiche Ue alla Camera dei deputati.

Ore 11.20 — Lavrov in tv: Qualsiasi carico di armi in Ucraina sar un obiettivo

Qualsiasi carico che trasporta armi in Ucraina diventer un obiettivo legittimo per la Russia: lo ha detto il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, in un’intervista alla tv filogovernativa Russia Today, rilanciando una minaccia gi fatta da Mosca. Quanto alla difesa missilistica, il capo della diplomazia russa ha sottolineato che gli Ucraini per ragioni pragmatiche pensano di chiedere ai membri della NATO che possiedono sistemi di difesa aerea sovietici di condividerli con loro. Vorrei ricordare ai Paesi in questione che i sistemi sovietici e russi di difesa missilistica o qualsiasi altro scopo sono l sulla base di accordi intergovernativi e contratti che includono il certificato di utente finale, che non permette di inviare armi a qualsiasi paese terzo senza il nostro consenso. Questo un obbligo legale.

Ore 11.10 — Concordati nove corridoi umanitari, tra cui Mariupol

Nove corridoi umanitari per evacuare i civili sono stati concordati per oggi in Ucraina. Lo fa sapere la vice prima ministra Iryna Vereshcuk sul proprio canale Telegram. Uno dei corridoi riguarda la citt di Mariupol, nel sud del Paese, assediata da giorni: il corridoio porta da Mariupol alla citt di Zaporizhzhia. Altri corridoi sono nella regione di Sumy, nel nord-est vicino al confine con la Russia. La vice prima ministra spiega che si prevede di fornire aiuti umanitari a Balakleya e Izyum, nella regione di Kharkiv. Per domani, invece, fa sapere Vereshcuk, stiamo lavorando alle rotte per la consegna degli aiuti umanitari alle citt delle regioni di Kherson e Luhansk.

Ore 10.55 — Kuleba sente Borrell: quinto pacchetto di sanzioni

Il ministro ucraino degli Esteri Dmytro Kuleba si confrontato in mattinata con il rappresentante della Ue per gli affari Esteri Josep Borrell. Abbiamo discusso della preparazione del 5 pacchetto di sanzioni dell’Ue alla Russia. La pressione continuer a crescere finch sar necessario per fermare la barbarie russa. Abbiamo anche discusso di protezione e aiuto per gli ucraini fuggiti dalle bombe russe nell’Ue, ha scritto il ministro su Twitter.

Ore 10.50 — A Leopoli, missili dal Mar Nero

Sono stati lanciati dal Mar Nero i missili caduti stamane in prossimit dell’aeroporto di Leopoli. Lo ha riferito il governatore della regione, in un aggiornamento sulla situazione.

Ore 10.45 — Attacco russo nel Donetsk, due morti e sei feriti

Un attacco aereo ha colpito due edifici a Kramatorsk, vicino a Donetsk: si trattava di una casa e di una struttura amministrativa Due persone sono rimaste uccise e sei ferite. Lo ha comunicato il capo dell’amministrazione militare regionale Pavlo Kyrylenko.

Ore 10.40 — Putin parler con Macron in serata

Lo ha fatto sapere il Cremlino. Poco prima, il presidente russo si era dichiarato Pronto a proseguire i negoziati

Ore 10.39 — Putin a Scholz: da Kiev abbiamo proposte irrealistiche

Il presidente russo Vladimir Putin ha avuto oggi un colloquio telefonico con il cancelliere tedesco Olaf Scholz. Lo riferisce il Cremlino. Putin avrebbe detto a Scholz che Kiev sta cercando di ritardare i negoziati, presentando nuove proposte irrealistiche, mentre Mosca sarebbe pronta a continuare la ricerca di soluzioni, in linea con i suoi approcci di principio. Scholz e Putin hanno parlato per poco meno di un’ora durante la quale, fa sapere il governo a Berlino, Scholz ha sollecitato il cessate il fuoco il pi rapidamente possibile, chiesto un miglioramento della situazione umanitaria e progressi nella ricerca di una soluzione diplomatica.

Ore 10.30 — La Cina obiettiva e equa: critiche da Pechino agli Usa

La Cina rivendica la propria posizione obiettiva ed equa rispetto al conflitto in Ucraina e critica gli Stati Uniti per l’annuncio dell’invio di armi nel Paese. Cos il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Zhao Lijian, poco prima del colloquio telefonico (previsto per le 14 ora italiana) tra Xi Jinping e Joe Biden. La Cina ha inviato forniture umanitarie urgenti come cibo, latte in polvere, sacchi a pelo, trapunte e materassini, mentre gli Stati Uniti hanno annunciato ulteriori 800 milioni di dollari in armi letali. Ma ci di cui hanno pi bisogno i civili ucraini cibo e sacchi a pelo, non mitragliatrici e proiettili.

Ore 10.10 — Lavrov: Le sanzioni ci rafforzano, questo solo l’inizio

Sopravviveremo alle sanzioni. Dopo il 2014 abbiamo imparato a contare su noi stessi. Cos il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov in un’intervista, questa mattina, al canale tv affiliato al Cremlino RTV. La nostra reazione alle sanzioni dell’Occidente solo l’inizio del cambiamento dell’economia della Russia. Il ministro ha dichiarato disponibilit a cooperare con tutti coloro che sono pronti a farlo sulla base del rispetto reciproco.

Noi non abbiamo mai chiuso la porta all’Occidente, l’hanno chiusa loro.

Ore 9.40 — Ursula von der Leyen: la Ue accoglie gli ucraini finch non potranno rientrare

Fino a quando gli ucraini non potranno tornare a casa in sicurezza e ricostruire in pace il loro paese indipendente e democratico, li accoglieremo e li sosterremo. Cos la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel suo intervento all’8 Forum sulla Coesione.

Ore 9 — Kiev, resti di un missile su una casa: un morto e quattro feriti

Una persona morta e altre quattro sono rimaste ferite in un incendio scoppiato a causa della caduta di resti di un missile su un edificio residenziale nel distretto di Podilskyi a Kiev. Lo riferisce il servizio di emergenza ucraino. I vigili del fuoco stanno cercando di spegnere l’incendio.

Ore 8.40 — Di Maio: in Ucraina sono rimasti 326 italiani

Ma diminuiranno ancora. Cos il ministro degli Esteri al Tg1. Erano 2mila all’inizio dell’invasione, 400 una settimana fa, oggi sono 326 ma credo che anche in queste ore continueranno a diminuire, il trend continua a scendere. Di Maio ha assicurato che l’Unit di crisi lavora ogni momento per portarli via, ma ha riconosciuto che non facile. In alcune citt servono condizioni di sicurezza, altrimenti meglio rimangano.

Ore 8.30 — Scontri con separatisti nel centro di Mariupol

Il ministero della Difesa russo ha comunicato che ci sono combattimenti in corso nel centro di Mariupol: le unit della Repubblica popolare di Donetsk, con il sostegno delle forze armate russe, stanno rafforzando l’accerchiamento e stanno combattendo contro i nazionalisti.

Ore 8.12 — Altri mille evacuati da Kiev nella notte

Lo ha comunicato ora il Servizio Statale di emergenza, alla Bbc.

Ore 8.10 — No-fly zone sul Donbass

Da questa mattina alle 6 la Russia ha dichiarato una no-fly zone sulla regione separatista dell’Ucraina. Lo hanno comunicato le autorit della repubblica autoproclamata di Donetsk. Il divieto di sorvolare la zona sar esteso sino al 26 marzo ed confermato, cos l’agenzia Tass, dall’aeroporto di Krasnodar.


Ore 8 – Pentagono: Rischio minaccia nucleare se guerra si trascina
Vladimir Putin potrebbe ricorrere alla minaccia nucleare se la guerra in Ucraina si trascina. l’ultima valutazione della Defense Intelligence Agency (Dia), l’agenzia d’intelligence del Pentagono. Poich questa guerra e le sue conseguenze diminuiscono lentamente la forza convenzionale della Russia Mosca probabilmente far progressivamente affidamento sul suo deterrente nucleare per proiettare forza sul suo pubblico domestico e all’estero, ha spiegato il tenente generale Scott Berrier, capo della Dia, ina una audizione parlamentare, come riferisce la Bloomberg. Una protratta occupazione di parti del territorio ucraino minaccia di indebolire l’esercito russo e di ridurre il suo arsenale di armi modernizzato mentre le conseguenti sanzioni economiche potrebbero causare una prolungata depressione economica e uno stato di isolamento diplomatico, ha spiegato l’alto ufficiale. La combinazione della resistenza ucraina e delle sanzioni economiche minaccer la capacit della Russia di produrre munizioni a guida di precisione, ha proseguito.

Ore 7.40 – Leopoli: colpita una fabbrica, gli aggiornamenti
(dalla nostra inviata Marta Serafini) Secondo le prime informazioni raccolte sul campo, stata colpita una fabbrica riparazioni aeromobili, vicino alla ferrovia e nei pressi dell’aeroporto. Danneggiato anche deposito di bus civili.

Ore 6.46 – Leopoli: colpita una fabbrica vicino all’aeroporto
(dall’inviata Marta Serafini)
A essere colpita questa mattina in un attacco missilistico a Lviv, a 70 km dal confine con la Polonia, sarebbe una fabbrica vicino all’aeroporto della citt, secondo notizie ancora non confermate. Una lunga colonna di fumo ora sovrasta la citt.

Ore 6.45 – Russia: manderemo da soli una missione su Marte
L’agenzia spaziale russa Roscosmos sar in grado di condurre da sola la missione su Marte dopo la decisione del Council dell’Esa (Agenzia Spaziale Europea) di interrompere la collaborazione sulla missione ExoMars (Europa e Russia). Lo ha annunciato, scrive Interfax, il direttore del programma spaziale russo Dmitry Rogozin. Perderemo diversi anni, ma copieremo il nostro modulo di atterraggio, lo forniremo di un veicolo di lancio Angara e condurremo questa spedizione di ricerca dal nuovo sito Vostochny Cosmodrome in modo indipendente, ha detto Rogozin su Telegram. Ha quindi pubblicato la copia della lettera del direttore generale dell’Esa, Josef Aschbacher in cui informa della decisione di sospendere il progetto ExoMars. In effetti, questo un evento molto triste per tutti gli appassionati di spazio. Ci significa che la missione congiunta russo-europea su Marte prevista per settembre 2022 stata cancellata, ha affermato Rogozin.

Ore 6.15 – Colonne di fumo nella zona dell’aeroporto di Leopoli
Alte colonne di fumo sono visibili nella zona dell’aeroporto di Leopoli, dopo l’attacco missilistico russo. Almeno tre le esplosioni udite dai testimoni sul posto e confermate dall’inviata del Corriere della Sera, Marta Serafini.

Ore 6.07 – Missile colpisce l’aeroporto di Leopoli
(dall’inviata Marta Serafini) Questa mattina all’alba alle 6 ora locale a Leopoli le sirene hanno ripreso a suonare. Secondo quando si apprende un missile ha colpito l’aeroporto della citt.


Ore 6.05 – Casa Bianca prevede un avvicinamento della Cina alle posizioni della Russia
Il presidente della Cina, Xi Jinping, sarebbe intenzionato ad assumere una posizione pi esplicitamente vicina alla Russia nel contesto del conflitto militare in Ucraina. E’ l’opinione circolante all’interno dell’amministrazione del presidente Usa Joe Biden, secondo quanto riportato da Bloomberg, che cita diverse fonti a conoscenza della questione. Oggi, alle 9 ora di Washington (le 14 in Italia), l’atteso colloquio telefonico fra Biden e Xi Jinping.

Ore 6.03 – Sirene antiaereo suonano in varie citt dell’Ucraina
Le sirene anti-raid stanno suonando in pi aree dell’Ucraina. Lo riferisce la Bbc online che cita l’agenzia ucraina Ukrinform. L’allarme scattato nelle regioni occidentali di Rivne, Volyn, Leopoli, Ternopil e Ivano-Frankivsk.

Ore 5.49 – Esplosioni all’alba nella citt di Leopoli
Esplosioni sono state udite poco prima dell’alba a Leopoli. Lo riferiscono fonti locali sui social.

Ore 5.44 – L’Australia sta preparando un secondo invio di armi all’Ucraina
La nuova fornitura che comprender missili anti-carro Javelin made in Usa, oltre a fucili, munizioni e bombe a mano. Lo riferisce oggi il quotidiano The Australian, precisando che dirigenti australiani della Difesa e degli Esteri si sono incontrati con funzionari dell’ambasciata ucraina a Canberra per discutere l’imminente spedizione di armi. La prima spedizione stata effettuata all’inizio del mese: partita dall’Australia su un C-17 della Difesa con destinazione Polonia, stata poi trasportata attraverso il confine in Ucraina. Secondo il quotidiano, la seconda spedizione dovrebbe raggiungere l’Ucraina entro due settimane.

Ore 5.18 – Oms: la Russia dall’inizio della guerra ha attaccato 43 volte presidi medici in Ucraina
La Russia ha attaccato i presidi medici 43 volte da quando ha invaso l’Ucraina. Lo ha denunciato il direttore generale dell’Oms, Tedros Adan Gebreesus, nel suo intervento alla riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sulla guerra della Russia in Ucraina. Lo riferisce il sito Kyiv Indipendent. Il direttore dell’Oms ha sottolineato che gli attacchi alle strutture mediche violano le leggi umanitarie internazionali.

Ore 5.15 – La Corea del Sud chiude l’ambasciata provvisoria aperta a Leopoli
La Corea del Sud chiuder la sua ambasciata `provvisoria a Leopoli a causa delle minacce militari crescenti vicino alla citt dell’Ucraina occidentale. Lo rende noto il ministero degli Esteri di Seul, scrive la Cnn online. La Corea del Sud aveva trasferito il 3 marzo scorso la sua ambasciata in Ucraina dalla capitale Kiev nella citt di Leopoli. Inoltre, gestisce uffici temporanei a Chernivtsi, nel sud-ovest dell’Ucraina, e in Romania, che invece rimarranno aperti.

Ore 5.00 – Ucraina chiede alla Croce Rossa di sollecitare Mosca a raccogliere i cadaveri dei soldati russi
Le autorit di Kiev hanno chiesto nuovamente all’organizzazione internazionale di intervenire su Mosca per sollecitare la raccolta dei cadaveri dei soldati russi caduti in combattimento. La richiesta era gi stata inoltrata nei giorni scorsi.


Ore 4.56 – Kiev: il 17 marzo distrutti 14 velivoli russi
Le forze aeronautiche ucraine hanno rivendicato la distruzione di 14 mezzi aerei russi nella giornata del 17 marzo: 7 aerei, un elicottero, tre UAV e tre missili da crociera. Lo riferisce il sito The Kyiv Indepedent attraverso il profilo twitter.


Ore 4.53 – Erdogan ribadisce la disponibilit della Turchia a ospitare incontro Putin-Zelensky
Il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, ha ribadito la disponibilit ad ospitare un colloquio tra i capi di Stato di Russia e Ucraina, Vladimir Putin e Volodymyr Zelensky, per tentare di porre fine al conflitto militare in atto tra i due Paesi. Lo riferisce una nota pubblicata dalla presidenza turca dopo il colloqui telefonico di ieri tra Erdogan e Putin. Il presidente turco ha precisato che il colloquio tra gli omologhi russo e ucraino potrebbero svolgersi ad Ankara o a Istanbul.

Ore 4.35 – La giornalista russa che ha contestato la guerra rifiuta offerta di asilo della Francia
Marina Ovsyannikova, la giornalista russa che ha protestato in diretta sulla tv di Stato contro la guerra in Ucraina, ha annunciato che lascia il lavoro, ma non la Russia, rifiutando cos l’offerta di asilo dalla Francia. Lo riferisce il Guardian. La donna, che si definita una patriota, ha fatto irruzione nei giorni scorsi in diretta tv con un cartello contro la guerra. Subito arrestata, stata rilasciata dopo un fermo di 14 ore e condannata a pagare una multa di 30 mila rubli (circa 255 euro).

Ore 3.55 – Nota attrice teatrale ucraina morta sotto i missili russi a Kiev
Un’attrice ucraina, Oksana Shvets, 67 anni, nota per il suo lavoro sul grande schermo e nel teatro, rimasta uccisa in un attacco missilistico russo a Kiev. Lo rende noto il teatro locale, riferiscono i media internazionali. Durante il bombardamento di un edificio residenziale a Kiev, una premiata artista ucraina, Oksana Shvets stata uccisa, si legge su Facebook in una dichiarazione dello Young Theatre. Brillante ricordo per l’attrice di talento! Non c’ perdono per il nemico che arrivato nella nostra terra!, prosegue il comunicato del teatro. Veterana del palcoscenico e dello schermo da decenni, all’attrice era stato conferito uno dei pi alti riconoscimenti artistici nel suo Paese per il suo costante impegno a teatro.

Ore 3.37 – Australia: nuove sanzioni contro banche e oligarchi russi

Il governo australiano ha annunciato oggi una nuova serie di sanzioni contro 11 banche ed enti governativi e due oligarchi russi con interessi commerciali nel Paese oceanico, per l’invasione russa dell’Ucraina. Con queste misure, che includono il Fondo nazionale per gli investimenti russi e il Ministero delle finanze, l’esecutivo australiano assicura che la maggior parte delle attivit bancarie (russe) sono ora coperte dalle nostre sanzioni insieme a tutte le entit che gestiscono il debito sovrano della Russia.

Ore 3.33 – Intelligence Gb, truppe russe frenate da problemi logistici
Secondo gli analisti dell’intelligence britannica, la Russia stata costretta a dirottare un gran numero di truppe per difendere le linee di rifornimento rallentando gli attacchi di terra in Ucraina. Il ministero della Difesa del Regno Unito, scrive il Guardian, ha recentemente pubblicato un rapporto dell’Intelligence, affermando che i problemi logistici continuano ad affliggere la vacillante invasione russa dell’Ucraina. La riluttanza a manovrare attraverso il Paese, la mancanza di controllo dell’aria e le limitate capacit di collegamento stanno impedendo alla Russia di rifornire efficacemente le proprie truppe anche con elementi essenziali di base come cibo e carburante, sostiene il ministero della Difesa britannico nel rapporto. I continui contrattacchi ucraini – prosegue – stanno costringendo la Russia a dirottare un gran numero di truppe per difendere le proprie linee di rifornimento. Questo sta limitando gravemente il suo potenziale offensivo.

Ore 3.30 – Alle 14 ora italiana la telefonata Biden-Xi Jinping
prevista per le 9 locali (le 14 in Italia) la telefonata tra Joe Biden e il presidente cinese Xi Jinping per discutere, in particolare, dell’invasione russa dell’Ucraina. Lo rende noto la Casa Bianca.

Ore 3.16 – Controlli di polizia sugli ucraini residenti in Russia
Secondo le testimonianze raccolte dal notiziario russo OVDinfo, la polizia e i servizi di sicurezza di Mosca avrebbero avviato controlli e perquisizioni sui cittadini ucraini residenti in Russia. Lo riferisce il profilo Twitter del sito The Kyiv Independent.

Ore 2.51 – Le Borse cinesi aprono in calo dopo gli ultimi rialzi
L’indice Composite di Shanghai cede nelle prime battute lo 0,31%, a 3.205,20 punti, mentre quello di Shenzhen perde lo 0,59% e si attesta a quota 2.120,44.

Ore 2.43 – Kharkiv, vasto incendio dopo raid russo su un mercato
Un incendio di vaste proporzioni divampato in un grande mercato a Kharkiv dopo che i missili russi hanno colpito nuovi obiettivi nella citt ucraina. Lo riferisce il Guardian online. Al momento non si segnalano vittime. Il mercato era stato chiuso dall’inizio dell’invasione russa. La citt dell’Ucraina orientale continua a essere colpita con pesanti bombardamenti e fuoco di artiglieria.

Ore 2.05 – Zelensky ai mercenari arruolati dai russi: la peggior decisione della vostra vita

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha avvertito coloro che cercano di unirsi alle forze russe in Ucraina che questa sarebbe stata la peggiore decisione della vostra vita, in un nuovo videomessaggio pubblicato ieri sera su Facebook. Una vita lunga meglio dei soldi che vi vengono offerti per una breve, ha detto Zelensky affermando che l’Ucraina ha informazioni che l’esercito russo sta reclutando mercenari da altri Paesi. Le forze ucraine detengono ancora tutte le aree chiave del Paese, ha aggiunto il presidente.

Ore 1.52 – Centinaia di giubbotti antiproiettile destinati all’Ucraina sono stati rubati a New York
Erano stati donati da diversi ufficiali delle forze dell’ordine. Lo rendono noto la polizia e la Ong responsabile della raccolta. Il furto avvenuto presso la sede dell’Ukrainian Congress Committee of America (Ucca), dove circa 400 giubbotti antiproiettile sono stati portati via, ha detto la portavoce del dipartimento di polizia di New York, la tenente Jessica McRorie. Non ci sono stati arresti e le indagini sono in corso, ha aggiunto. Non sappiamo perch o come il fatto sia avvenuto, o chi l’abbia commesso, ha detto il portavoce. I giubbotti di seconda mano sono stati donati dalla polizia di Long Island, New York, e dovevano essere inviati agli operatori umanitari che li avrebbero consegnati in tutta l’Ucraina con i camion.

Ore 1.29 – Onu, la Russia rilancia le accuse sulla presenza di laboratori di armi biologiche in Ucraina
La Russia, dopo aver riferito che non chieder al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di votare venerd sulla sua bozza di risoluzione sugli aiuti umanitari per l’Ucraina, utilizzer la sessione programmata del consiglio per sollevare nuovamente le accuse secondo cui gli Stati Uniti gestirebbero dei laboratori biologici in Ucraina. Lo ha annunciato l’ambasciatore russo all’Onu, Vassily Nebenzia.

Ore 1.16 – Canada offre permesso di soggiorno di tre anni ai profughi ucraini

Ottawa ha annunciato che sta istituendo un nuovo programma di immigrazione che offrir agli ucraini in fuga dall’invasione russa un permesso di soggiorno canadese temporaneo per un massimo di tre anni. Il Canada, che ha una grande diaspora ucraina, specialmente nel centro e nell’ovest del paese, ha dichiarato che gli ucraini e i loro familiari stretti di qualsiasi nazionalit possono rimanere in Canada come residenti temporanei per un massimo di tre anni.

Ore 1.08 – Mariupol viene colpita ogni giorno da 50 a 100 proiettili di artiglieria
A comunicarlo il consiglio comunale della citt. La citt sotto blocco da sedici giorni, pi di 350.000 residenti di Mariupol continuano a nascondersi nei rifugi e negli scantinati dai continui bombardamenti delle forze di occupazione russe, scritto nel comunicato citato dalla Cnn. Circa l’80% del patrimonio immobiliare della citt stato colpito, di cui quasi il 30% non pu essere ripristinato. Le informazioni sulle vittime dell’attacco al teatro utilizzato come rifugio, ha aggiunto il consiglio, sono ancora in fase di chiarimento.

Ore 0.39 – Intelligence Usa: da Putin minacce nucleari se la guerra si prolungher
Ci si pu aspettare che Vladimir Putin arrivi alla minacce nucleari contro l’Occidente se l’Ucraina continuer a resistere all’invasione russa. E’ quanto emerge da un nuovo rapporto della Defense Intelligence Agency, citato da Bloomberg. Un’estesa occupazione di parti del territorio ucraino minaccia di ridurre il numero delle forze armate russe disponibili, cos come il suo arsenale di armi modernizzato, mentre le conseguenti sanzioni economiche potrebbero causare una prolungata depressione economica e uno stato di isolamento diplomatico, ha affermato il tenente generale Scott Berrier, direttore della Dia. La combinazione della resistenza ucraina e delle sanzioni economiche minaccer la capacit della Russia di produrre munizioni a guida di precisione, ha dichiarato in un’audizione alla Commissione per i servizi armati della Camera degli Stati Uniti. Poich questa guerra e le sue conseguenze diminuiscono lentamente la forza convenzionale della Russia, ha aggiunto Barrier, il paese probabilmente far affidamento sul suo deterrente nucleare per proiettare forza sul suo pubblico in patria e all’estero.

Ore 0.34 – Kiev: 320mila ucraini rientrati dall’estero per difendere il paese
Pi di 320.000 persone sono tornate in patria per aiutare l’Ucraina a combattere da quando la Russia ha iniziato l’invasione del Paese. La stima, riferisce la Cnn, del Servizio di guardia di frontiera dell’Ucraina. I nostri ragazzi non si arrendono, quindi dobbiamo aiutare, dobbiamo combattere per il nostro Paese. L’Ucraina deve essere libera, come tutte le persone, ha sottolineato in un tweet il Servizio della guardia di frontiera ucraina.

Ore 0.25 – Arrestato dai russi un altro sindaco ucraino
Un altro sindaco stato arrestato in Ucraina dalle truppe russe. Si tratta di Viktor Tereshchenko, primo cittadino del villaggio di Velykoburlutska, nella regione nord-orientale di Kharkiv, secondo quanto riferisce la Cnn. La notizia stata resa nota in un video da Oleh Syniehubov, capo dell’amministrazione regionale di Kharkiv. Tereshchenko, precisa Syniehubov, stato prelevato dal suo posto di lavoro e portato alla locale stazione di polizia. Il nuovo arresto avvenuto un giorno dopo il rilascio del sindaco di Melitopol, Ivan Fedorov, scambiato con nove prigionieri russi alcuni giorni dopo essere stato sequestrato. Raggiunto dalla Bbc, Fedorov ha detto che durante la sua detenzione stato tenuto segretato in una stanza sotto la guardia dei soldati russi, ma ha sottolineato di non avere subito violenze.

Ore 0.07 – Attivi 8 corridoi umanitari su 9 concordati
Otto dei nove corridoi umanitari concordati per oggi in Ucraina hanno funzionato permettendo l’evacuazione di civili, anche dalla citt di Mariupol, da cui sono partite oltre 2.000 persone. Lo ha detto la ministra ucraina responsabile per le operazioni, Iryna Vershchuk, citata dalla Cnn. La ministra ha detto che circa 800 veicoli privati hanno lasciato Mariupol e hanno attraversato il territorio controllato dai russi raggiungendo la citt di Zaporizhzhia in serata. Uno solo dei corridoi, quello da Kharkiv a Vovchansk, vicino al confine russo, non ha potuto essere aperto a causa di bombardamenti russi, secondo quanto affermato dalla Vershchuk.

Ore 0.00 – Raid russi nella regione di Lugansk
Continuano i bombardamenti delle forze russe sulla parte della provincia ucraina di Lugansk controllata dall’esercito ucraino. Lo ha detto il governatore della provincia, Serhiy Haidai, come riferito dai media locali.


Leave a Comment